Incontro su salute e sicurezza, le richieste Ugl

Incontro su salute e sicurezza, le richieste Ugl

di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL Nel corso dell’incontro di oggi tra governo e sindacati sulla salute e sicurezza sul lavoro sono emersi elementi interessanti contenuti nel Dl Pnrr in merito all’ampliamento dell’organico dell’Ispettorato nazionale...
Cento giorni alle europee

Cento giorni alle europee

di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL Se anni fa le elezioni per il Parlamento europeo erano cosa poco sentita dalla gran parte dell’elettorato e considerate quasi un appuntamento per “addetti ai lavori”, già da qualche tornata il clima è completamente...
Un settore centrale e insostituibile

Un settore centrale e insostituibile

di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL L’impostazione generale del green deal europeo – ferma restando la necessità condivisa del contrasto all’inquinamento – ha provocato non pochi problemi al sistema produttivo del Vecchio Continente. Più volte abbiamo...
Cento giorni alle europee

Passaporto e diritto alla mobilità

di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL «Ogni cittadino è libero di uscire dal territorio della Repubblica e di rientrarvi, salvo gli obblighi di legge». Così all’articolo 16 della nostra Costituzione, quello sul diritto alla mobilità, che deve essere...
Una giornata per il personale sanitario non basta

Una giornata per il personale sanitario non basta

di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL Abbiamo sperato, data l’esperienza della pandemia, che si potessero vivere un presente e un futuro migliori. La speranza, da sé, certamente non basta. Infatti, ci ritroviamo, sia come cittadini sia come lavoratori, a...
Incontro su salute e sicurezza, le richieste Ugl

Una strage da fermare

di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale UGL La tragedia di Firenze, nella quale hanno perso la vita cinque operai che lavoravano al cantiere di un nuovo supermercato Esselunga, non si può derubricare a semplice fatalità. Si tratta, invece, dell’ultimo...