Il solito modus operandi: il finto nipote in difficoltà che chiede denaro

La Squadra mobile di Roma, in collaborazione con i colleghi di Napoli, ha eseguito dieci misure per la custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti soggetti accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe, rapine ed estorsioni ai danni di anziani. Il modus operandi, spiega la Polizia di Stato in un comunicato stampa, era sempre lo stesso: uno degli indagati si fingeva un nipote o un altro parente in difficoltà e, dopo aver carpito la fiducia dell’anziana vittima, la convinceva che avrebbe dovuto pagare una somma di denaro o consegnare preziosi ad una persona per risolvere il problema. Questo però era un complice che, spacciandosi per direttore di uffici postali o un corriere, si presentava alla porta del sfortunato anziano pronto per riscuotere.