La prima semifinale che vale l’accesso a Berlino, domani Olanda-Inghilterra

Guardando gli interpreti in campo verrebbe da dire che Spagna-Francia è la finale di questo Europeo. Invece è solo l’antipasto del grande evento, in programma domenica prossima. Dunque stasera una tra le due nazionali strapperà un biglietto per Berlino, sede della finale. La Spagna è consapevole del proprio valore e ha dimostrato sul campo di meritarsi questa semifinale anche nella gara contro i padroni di casa, nonostante le polemiche per il mancato rigore per fallo di mano di Cucurella. Non sono mancati i gol e il bel gioco agli spagnoli durante tutto l’Europeo, ma in questa sfida potrebbero essere penalizzati da tre assenze pesanti: gli squalificati Carvajal e Le Normand e l’infortunato Pedri. Il ct spagnolo schiererà il solito 4-3-3, questa la formazione che scenderà in campo questa sera: Unai Simón, Jesus Navas, Nacho, Laporte, Cucurella, Olmo, Rodri, Fabián Ruiz; Yamal, Morata, Nico Williams. Rispetto al match contro la Germania in difesa subentrano Jesus Navas sulla destra e Nacho come centrale mentre a centrocampo partirà titolare dal primo minuto Dani Olmo. In attacco, invece, con lo stesso tridente schierato contro la nazionale tedesca. Dall’altra parte, la Francia di Deschamps che non ha particolarmente brillato in questo Europeo ma che vuole raggiungere comunque la finale, visto anche la qualità dei campioni in campo, soprattutto nel rapporto offensivo, che ancora deve siglare un gol su azione, dato che per ora le reti realizzate sono arrivate su rigore e due autogol. Il tecnico francese schiererà i suoi con il 4-3-3 con Maignan in porta, Koundé, Upamecano, Saliba, Theo Hernandez in difesa, Kanté, Tchouameni, Rabiot a centrocampo e Dembelé, Kolo Muani, Mbappé in attacco. Confermata, dunque, la difesa che ha giocato tutte le partite e incassato solo un gol. Chi vincerà incontrerà la vincente di Paesi Bassi-Inghilterra.