di Francesco Paolo Capone, Segretario Generale Ugl

Il grande successo che ha riscosso negli Usa l’iniziativa Amerigo Vespucci World Tour, la nave scuola della Marina militare, già ambasciatore del Made in Italy nel mondo, racconta molte cose dell’Italia, cose che dovremmo già sapere ma che si fa fatica a ricordare.
Dal 1° luglio 2023 la Vespucci è impegnata in un giro del mondo della durata complessiva di 20 mesi, per circa 28 tappe, con il fine di associare alla tradizionale attività formativa degli Allievi Ufficiali la cooperazione e la promozione dell’immagine dell’Italia, dell’eccellenza del Made in Italy e dei suoi prodotti simbolo. Iniziativa fortemente voluta dal ministero della Difesa e in particolare del ministro Guido Crosetto, il quale ha inaugurato il primo Villaggio Italia proprio a Los Angeles. Ieri, si è conclusa la tappa di Los Angeles che ha registrato un grandissimo successo.
In 6 giorni di sosta (dal 3 all’8 luglio) ben 72.000, di cui 42.000 a bordo della nave, sono stati i visitatori che hanno ammirato la nave più bella del mondo e le eccellenze del Made in Italy in esposizione al Villaggio Italia. Registrato il “tutto esaurito” per tutte le attività offerte dal Villaggio tra visite guidate, show cooking, esibizioni della fanfara della Legione allievi Carabinieri e dei musicisti dell’Accademia Teatro alla Scala, conferenze internazionali dedicate alla blue economy e alla space economy. Grande interesse hanno suscitato anche le proiezioni di film italiani a cura della Mostra internazionale del cinema della Biennale di Venezia. Non mancavano neanche lo sport con l’esposizione delle Fiaccole storiche delle Olimpiadi, il design con la mostra “Italia Geniale”, organizzata dal ministero dell’Impresa e del Made in Italy e curata dall’ADI, e il patrimonio paesaggistico italiano con un’esposizione fotografica sulla bellezza dei mari italiani. Ciò è accaduto e può accadere ancora perché la nostra Nazione è tutto questo e ancora molto di più, al punto che ogni italiano dovrebbe sentirsi ambasciatore dell’Italia, cioè di una ricchezza pressoché illimitata, che non è soltanto culturale, storica, agroalimentare ma è anche industriale e, allo stesso tempo, artigianale e di altissimo livello.
Altro aspetto importante dell’iniziativa è che al progetto Villaggio Italia hanno partecipato, oltre al ministero della Difesa, anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri – con il ministro per la Protezione civile e le Politiche del Mare e il ministro per lo Sport e i Giovani – e i ministeri degli Affari Esteri, dell’Economia, delle Infrastrutture, delle Imprese, dell’Agricoltura, dell’Ambiente, della Cultura e del Turismo. Così si promuove l’Italia, così l’Italia è al primo posto.
Prossima tappa a Tokyo, dal 25 al 30 agosto, dove l’Amerigo Vespucci arriverà per la prima volta nella sua storia.