Atalanta l’unica ad aver vinto all’andata. Napoli e Lazio cercano l’impresa

Torna l’Europa League, dopo le partite di ieri sera degli ottavi di finale di Champions League finite con pareggi in Atletico Madrid-Manchester United (1-1) e Benfica-Ajax (2-2). Le italiane impegnate intendono conquistare il passaggio del turno e tutte e tre non hanno un compito facile. L’Atalanta, impegnata in Grecia contro l’Olimpiakos, è quella che parte più avvantaggiata rispetto le altre. La squadra bergamasca parte dal 2-1 dell’andata e in Grecia basterà anche solo un pareggio, ricordando che con il risultato di sconfitta con una differenza reti uguale alla gara di andata si andrà ai tempi supplementari, dato che da inizio stagione per le competizioni europee non vale più la regola del gol in trasferta che vale “doppio”. Più complicato, invece, il discorso per il Napoli che ospiterà il Barcellona in casa. I partenopei partono dall’ottima prestazione del Camp Nou, ma con la gara d’andata che è finita in pareggio. Gli azzurri in questa gara avranno dalla propria parte i tifosi che hanno risposto in massa e per la sfida delle 21 saranno circa 40mila sulle tribune dello Stadio Diego Armando Maradona. Se per il Napoli è complicato, visto il livello dell’avversaria, per la Lazio lo è ancora di più dato che all’Olimpico incontrerà una squadra di spessore internazionale come il Porto, partendo perlopiù da una situazione di svantaggio: all’andata i biancocelesti hanno perso per 2-1.Il tecnico dei capitolini, Maurizio Sarri, rispetto ad una settimana fa, recupera Immobile, ma perde Zaccagni e Pedro.