Sono 23 le attività professionali elencate, tutte individuate con lo specifico Codice Ateco

A decorrere dal 1° gennaio 2022, la platea dei beneficiari dell’Ape sociale è estesa a: 1. professori di scuola primaria, pre-primaria e professioni assimilate; 2. tecnici della salute; 3. addetti alla gestione di magazzini e professioni assimilate; 4. professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali; 5. operatori della cura estetica; 6. professioni qualificate nei servizi personali ed assimilati; 7. artigiani, operai specializzati, agricoltori; 8. conduttori di impianti e macchinari per l’estrazione e il primo trattamento dei minerali; 9. operatori di impianti per la trasformazione e lavorazione a caldo dei metalli; 10. conduttori di forni ed altri impianti per la lavorazione del vetro, della ceramica e di materiali assimilati; 11. conduttori di impianti per la trasformazione del legno e la fabbricazione della carta; 12. operatori di macchinari e di impianti per la raffinazione del gas e dei prodotti petroliferi, per la chimica di base e la chimica fine e per la fabbricazione di prodotti derivanti dalla chimica; 13. conduttori di impianti per la produzione di energia termica e di vapore, per il recupero dei rifiuti e per il trattamento e la distribuzione delle acque; 14. conduttori di mulini e impastatrici; 15. conduttori di forni e di analoghi impianti per il trattamento termico dei minerali; 16. operai semiqualificati di macchinari fissi per la lavorazione in serie e operai addetti al montaggio; 17. operatori di macchinari fissi in agricoltura e nell’industria alimentare; 18. conduttori di veicoli, di macchinari mobili e di sollevamento; 19. personale non qualificato addetto allo spostamento e alla consegna merci; 20. personale non qualificato nei servizi di pulizia di uffici, alberghi, navi, ristoranti, aree pubbliche e veicoli; 21. portantini e professioni assimilate; 22. professioni non qualificate nell’agricoltura, nella manutenzione del verde, nell’allevamento, nella silvicoltura e nella pesca; 23. professioni non qualificate nella manifattura, nell’estrazione di minerali e nelle costruzioni.