Gravi due persone, tra cui il nipote del boss Pasquale Cristiano

Intorno alle 20 di mercoledì cinque persone sono rimaste ferite in un agguato a colpi di arma da fuoco nel bar Roxy di Arzano. Tra i soggetti raggiunti dai colpi, due sono in gravi condizioni, tra cui Salvatore Petrillo, nipote 29enne del boss locale, Pasquale Cristiano. Secondo gli inquirenti proprio Petrillo sarebbe stato l’obiettivo dell’agguato. Altro ferito gravemente è un 18enne incensurato, ritenuto anche lui affiliato al clan. In ospedale sono finiti anche un 39enne e un 27ennei, considerati vicini alla cosca del complesso di edilizia popolare 167. Anche un idraulico di 61 anni, per il momento non collegato a cosche o clan, è rimasto ferito nell’agguato, più precisamente a un piede.