Quota 102 sostituisce Quota 100: necessari almeno 64 anni di età per la pensione in anticipo

Alla fine, la soluzione individuata nella legge di bilancio, salvo modifiche in corso d’opera al momento difficili da mettere in preventivo, porta a qualcosa che si avvicina di molto alla legge Fornero negli effetti pratici, pur muovendosi nel solco del sistema bilanciato fra età anagrafica e anzianità contributiva, introdotto con la riforma Damiano a decorrere dal 2008 e successivamente ripreso con Quota 100. La legge di bilancio apporta, infatti, alcune modifiche al decreto legge 4/2019, il cosiddetto Decretone, il quale, oltre a prevedere Quota 100, per la quale si era speso molto l’allora sottosegretario al lavoro, il leghista Claudio Durigon, nella prima parte del provvedimento dettava le regole per l’accesso al Reddito di cittadinanza. Per effetto delle modifiche apportate dalla legge di bilancio, nel solo anno 2022, l’età anagrafica sale a 64 anni da 62 anni, fermo restando il requisito contributivo a 38 anni. Si parla così di Quota 102, data appunto dalla somma di 64 e 38. L’innalzamento dell’età anagrafica, benché inferiore alla Fornero, comporta comunque una drastica riduzione della platea di coloro che potrebbero decidere di andare in pensione prima. Il punto poco valutato è proprio questo della volontarietà della scelta, un aspetto che, peraltro, ha inciso molto sulle decisioni prese negli ultimi tre anni. L’introduzione dello smart working, ad esempio, ha convinto molti lavoratori a posticipare l’uscita, considerando che, quale che sia il meccanismo di calcolo dell’assegno pensionistico, la riduzione rispetto allo stipendio è percepito è comunque certa. Continua ad applicarsi il principio già adottato nel triennio di sperimentazione di Quota 100, per cui il diritto conseguito entro il 31 dicembre 2022 può essere esercitato anche successivamente a tale data. L’importante è farsi certificare il possesso dei requisiti da parte dell’Inps, cosa che vale anche per Quota 100. Nel caso della scuola e delle Afam, la domanda va presentata entro il 28 febbraio 2022.