I criminali hanno sequestrato il personale per quasi due ore

È di circa un milione di euro il bottino portato via dal commando che questa mattina ha assaltato un laboratorio orafo di Milano, più precisamente in zona Lambrate. Secondo quanto emerso da fonti della Polizia di Stato, cinque persone, delle quali due armate, si sarebbero introdotte nel laboratorio per poi imbavagliare e immobilizzare i dipendenti, minacciandoli per aprire la cassaforte. L’unica che poteva farlo però era la titolare dell’attività, una 52enne, che giunta sul posto ha ceduto alle minacce dei rapinatori, quali hanno portato via oro, gioielli già lavorati e palladio. Secondo le descrizioni degli ostaggi, i componenti del gruppo criminale, composto presumibilmente da italiani e stranieri, avevano il volto travisato da una maschera.