I bianconeri con una vittoria strapperebbero il pass per gli ottavi. La Dea spera

Giunti alla prima giornata del girone di ritorno di Champions League, inizia il tempo dei verdetti e le italiane impegnate in campo questa sera sono due: Juventus e Atalanta. Allo Stadium, contro lo Zenit (ultimo in classifica), i bianconeri hanno l’opportunità di strappare il pass per gli ottavi, con due giornate di anticipo e portarsi a punteggio pieno. Sarebbe una risposta importante, dopo le due sconfitte consecutive in campionato. Proprio per questo il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, non farà ricorso al turnover. In campo, i migliori undici: Szczesny in porta, linea difensiva con Danilo, Bonucci, De Ligt e Alex Sandro. A centrocampo McKennie, Bentancur, Locatelli e Bernardeschi, mentre in attacco spazio alla coppia Dybala-Morata. Per quanto riguarda l’Atalanta, invece, allo stadio Gewiss arriva il Manchester United che al momento conduce il girone a 6 punti, seguito da Villarreal e la formazione bergamasca a 4. Dunque, questa sfida potrebbe rappresentare per la squadra di Gasperini una sorta di dentro fuori, dato che una sconfitta, complicherebbe la qualificazione perché al quel punto diventerebbe fondamentale un successo contro il Villarreal. Una vittoria, invece, ribalterebbe tutto, mettendo l’Atalanta in condizione di poter strappare il pass qualificazione già nel prossimo turno. Insomma, per questo match la Dea non può fare calcoli e in campo andrà la miglior formazione con Musso in porta, difesa a tre con De Roon, Demiral e Palomino. A centrocampo Zappacosta, Maehle, Koopmeiners e Freuler, Pasalic dietro le due punte