I tre obiettivi da centrare. Fondamentale l’azione rivolta alle imprese che non hanno mai aderito

Al fine di promuovere l’adesione delle imprese a Fondltalia, in particolar modo, di quelle che non hanno mai aderito ad alcun Fondo Interprofessionale e non conoscono le opportunità di finanziamento a sostegno della formazione continua dei propri lavoratori, la UGL, per tramite delle proprie risorse territoriali (per regione e provincia) e federali (per comparti economici) intende perseguire alcuni obiettivi strategici. Il primo obiettivo è quello di identificare e rappresentare, in un’ottica di bilateralità, gli interessi datoriali insieme a quelli dei lavoratori, per promuovere l’occupazione regolare e di qualità, la programmazione di attività formative, l’attestazione e/o la certificazione delle competenze acquisite e lo sviluppo di azioni inerenti la salute e la sicurezza sul lavoro. Si tratta di aspetti centrali in un’ottica di contrasto degli effetti maggiormente deleterie del Covid-19 sull’economia nazionale, in particolare sulle piccole e medie imprese. Un secondo obiettivo strategico è quello di favorire la realizzazione di formazione continua presso le imprese nella quale operano i lavoratori associati. Il terzo obiettivo è invece quello di promuovere, mediante azione degli stessi lavoratori, l’adesione a Fondltalia, quale strumento di supporto alla realizzazione di una formazione continua, qualificante e professionalizzante, dei lavoratori, nelle imprese, per territorio e settore. Un percorso che si vorrebbe realizzare entro sei mesi.