Coronavirus, pressing di Salvini sul governo per le riaperture

Il leader della Lega chiede di riaprire in sicurezza «dove i dati lo consentono»

«Riaperture in sicurezza, dove i dati lo consentono, e nuovi protocolli per rivedere il numero di accessi in teatri e impianti sportivi, senza dimenticare palestre, bar, ristoranti e negozi». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, pressa il governo sulle riaperture, una volta concluse le feste di Pasqua. «Un nuovo protocollo è già stato chiesto per aumentate il pubblico all’Arena di Verona», ha aggiunto Salvini, sottolineando che «la Lega c’è e presto ribadirà le nostre proposte concrete e ragionevoli al presidente del Consiglio Mario Draghi». Secondo il leader leghista, comunque, «la stella polare resta il supremo interesse degli italiani». Italiani che in questi giorni stanno ricevendo una dose di vaccino: siamo ancora lontani dal target fissato dal governo – 500mila somministrazioni giornaliere –, ma la campagna vaccinale procede comunque e oggi, all’ospedale Spallanzani di Roma, è stato il turno del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha ricevuto la sua seconda dose. «Il presidente, molto attento ed informato, ci ha incoraggiato ad andare avanti sia nelle vaccinazioni che nella ricerca sulle terapie innovative», ha riferito il direttore sanitario dello Spallanzani Francesco Vaia.