Spagna, altri arresti dopo proteste per arresto rapper


Sanchez: «Ci opporremo a qualsiasi forma di violenza»

Altri 16 arresti in Spagna, tra Barcellona e Valencia, dopo la terza notte di proteste per la liberazione del noto rapper Pablo Hasel, arrestato e condannato a nove mesi di prigione per insulti alla Corona e, secondo l’accusa, incitamento al terrorismo. Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, ha affermato che Madrid «si opporrà a qualsiasi forma di violenza».