Stellantis: primo incontro azienda sindacati

Un buon clima, spirito di collaborazione verso un nuovo piano industriale

Al via oggi l’incontro tra l’amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares ed i sindacati. Appuntamento rigorosamente in videoconferenza al quale hanno partecipato i segretari di Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcfr, Roberto Benaglia e Ferdinando Uliano, Francesca Re David e Michele De Palma, Rocco Palombella, Roberto Di Maulo, Antonio Spera e Giovanni Serra. La riunione, che era stata richiesta dai sindacati all’indomani della fusione fra Fca e Psa, è durata circa un’ora ed iniziata con una breve introduzione di Tavares alla quale sono seguiti gli interventi dei rappresentanti sindacali. Secondo quanto riferito dai sindacati, Tavares ha assicurato che l’Italia è considerata un Paese centrale per gruppo Stellantis. Altrettanto importante per i sindacati è stato l’impegno espresso dal ceo del gruppo verso il rilancio dei brand italiani, a partire da Alfa e Maserati, al quale contribuirà senza dubbio il valore delle professionalità dei lavoratori, riconosciuta dallo stesso Tavares. Soddisfazione reciproca, tra azienda e sigle sindacali, è stata espressa per lo spirito costruttivo riscontrato già nel corso della prima riunione. La promessa più importante e significativa: voler coinvolgere le organizzazioni sindacali nella stesura del piano industriale che sarà realizzato nei prossimi mesi.