Covid: terapie intensive occupate sopra la soglia del 30%


A livello nazionale, le terapie intensive occupate da pazienti positivi al Covid sono tornate sopra la soglia d’allerta del 30%, raggiungendo il 31% (+1% in più rispetto a 7 giorni fa). A renderlo noto un monitoraggio dell’Agenas, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, che ha diffuso i dati aggiornati al 12 gennaio. Sono dieci le regioni, una in più rispetto al 6 gennaio, che hanno superato questa “soglia critica”. In aumento anche il numero dei posti letto in reparto occupati da pazienti Covid, che arriva al 37% (+1%), ma rimane sotto la soglia d’allerta del 40%.