Salvini: «Se c’è un Governo, governi»


«Altrimenti lasci spazio a chi ha voglia e capacità di governare»

Di fronte alle notizie sul governo – le cronache riferiscono di continui litigi, tensioni in crescita, nodi da sciogliere… –, all’opposizione non rimane che guardare. E aspettare. I leader del centrodestra, però, non risparmiano qualche critica ai membri di esecutivo e della maggioranza. «Se c’è un Governo governi. Altrimenti lasci spazio a chi ha voglia e capacità di governare», ha detto Matteo Salvini, intervenendo a margine del “D-Day”, la manifestazione organizzata a Piazza del Popolo dagli operatori del settore turistico. «L’unica cosa che non possono permettersi italiani è un governo fermo per colpa dei litigi. Gli altri paesi intanto corrono. Qualsiasi cosa è meglio rispetto a questi litigi», ha proseguito, sottolineando (implicitamente) che le priorità del governo dovrebbero essere altre, a partire dall’emergenza sanitaria e dalla crisi economica scatenata da quest’ultima. Altrettanto critica, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: «Nel Governo continuano con i litigi, le ipotesi di rimpasti, gli ultimatum e le giravolte. Ma quando la finiranno con questo imbarazzante teatrino a scapito dell’Italia e degli italiani?». E a Luigi Di Maio, che ha ipotizzato un accordo tra Meloni e Laura Boldrini a sostegno di un governo tecnico, di un governissimo o di unità nazionale, la leader di FdI ha replicato: «Dormi tranquillo, Luigi. Gli accordi di palazzo e gli inciuci con chi abbiamo sempre combattuto li lasciamo a voi 5Stelle. Fratelli d’Italia non ha paura del voto».