Scuola, disfida del vaccino


Il personale scolastico rischia di essere vaccinato fuori tempo utile

Ripartenza in presenza per pochi studenti delle superiori, mentre monta la polemica sui tempi di vaccinazione del personale scolastico. Nonostante i desiderata dalla ministra Lucia Azzolina, soltanto in tre regioni è ripartita la didattica in presenza nelle scuole superiori. Per tutte le altre regioni, se ne riparlerà, forse, a partire da lunedì prossimo, contagi permettendo. Intanto le sigle di categoria, dalla Cgil alla Ugl, continuano a chiedere le migliori condizioni di lavoro possibili, in termini di sicurezza soprattutto per i lavoratori più fragili. Una questione destinata, peraltro, a protrarsi nel tempo, visto che la vaccinazione del personale scolastico, nella migliore delle ipotesi, arriverà soltanto a primavera inoltrata, quando mancherà poco al termine dell’anno scolastico. Alcune regioni, nel frattempo, si sono organizzate per fare i tamponi rapidi a studenti e personale scolastico per prevenire situazioni troppo critiche.