Nuove competenze, i chiarimenti

L’Anpal chiarisce alcuni dubbi emersi sulla tempistica da adottare

Non è un caso che, anche durante l’audizione delle parti sociali, uno dei temi maggiormente dibattuti è quello della carenza di politiche attive nel nostro Paese. Un deficit già grave che si è ulteriormente accresciuto negli ultimi mesi, quando pubblico e privato hanno dovuto fare i conti con la digitalizzazione e l’informatizzazione di parte delle attività produttive. Proprio in queste ore, è giunto un importante chiarimento sul funzionamento del Fondo nuove competenze, lo strumento che dovrebbe servire alle aziende e ai sindacati per gestire la riqualificazione professionale del personale. A fronte dell’allarme sulla ristrettezza dei tempi, l’Anpal ha chiarito che il termine di novanta giorni per concludere il progetto non è perentorio. Entro il termine del 31 dicembre 2020, deve invece essere stipulato l’accordo sindacale propedeutico all’avvio di tutta la procedura. Resta il termine di dieci giorni per l’avallo delle regioni.