Scuola, valanga di supplenti


La ministra Azzolina conferma: pronti 50mila contratti a tempo determinato

La conferma arriva direttamente dalla ministra, Lucia Azzolina, anche se, già leggendo i contenuti dei provvedimenti recenti, in particolare del decreto Rilancio, era abbastanza evidente che le procedure sui concorsi non si sarebbero potute concludere in tempo per l’anno nuovo, come peraltro evidenziato da tutte le sigle sindacali di categoria, dalla Cgil alla Ugl. Ora, la ministra Azzolina annuncia che ci vorranno almeno 50mila supplenti fra personale docente ed Ata. Il problema, come capita spesso, sono i tempi, prima ancora delle risorse. Se quest’ultime sembrerebbero esserci, visto che il decreto Rilancio ha stanziato un miliardo di euro, manca, però, ancora il decreto attuativo che distribuisce tali risorse sul territorio. Un aspetto centrale e che si connette strettamente a tutta la partita della ripartenza di settembre. I dirigenti scolastici, se non sanno quanti soldi hanno disposizione, non possono mettere nero su bianco i piani per il nuovo anno scolastico.