Emergenza coronavirus, solo a Madrid 1.200 i morti


Nel continente africano sono 43 i paesi colpiti

Solo a Madrid sono più di 1.200 i morti a fronte dei 2.100 in tutta la Spagna, paese europeo che conta più di 33 mila persone infettate dal coronavirus. La vicepremier spagnola, Carmen Calvo, è ricoverata da ieri sera., I casi di coronavirus nel mondo si avvicinano oggi a quota 340 mila, con il numero dei decessi che ha superato la soglia delle 14.700 unità, stando al consueto bollettino della Johns Hopkins University, mentre per la France Presse la soglia è già oltre 15 mila. La situazione, nel frattempo, si aggrava nel continente africano. Sono infatti ormai 43 su 54 i paesi in cui sono stati registrati casi di coronavirus, si contano 1.436 contagi e 46 decessi (concentrati in dieci Stati): a far emergere le cifre è l’Africa Cdc (Africa Centres for Disease Control and Prevention), istituzione dell’Unione africana che sostiene i sistemi sanitari nazionali nella lotta alle malattie. Negli Stati Uniti – dati ancora una volta della Johns Hopkins University – i contagi sono aumentati a 35 mila, con poco più di 470 morti. La situazione in Russia è al momento sotto controllo, anche se nelle ultime ore si è registrato un incremento, il numero dei contagiati è così salito a 438. «In Russia – ha riferito il primo ministro russo Mikhail Mishustin durante un incontro con i vice primi ministri, come riporta la Tass – la situazione non è grave come in altri paesi, soprattutto in Europa. Nell’ultimo giorno sono stati registrati 71 casi e 17 persone si sono riprese: un totale di 438 persone sono state contagiate». In Israele sono oltre 1.200 i casi di coronavirus. Gli Emirati Arabi Uniti, intanto, hanno sospeso tutti i voli passeggeri, compresi quelli in transito.