Gli SPartiti uniti, la “tregua di Natale” della politica italiana


Un gruppo bipartisan di parlamentari incide un motivo, i ricavati alla Lega del filo d’Oro

In un periodo in cui si fa un gran parlare – spesso anche a sproposito – di odio in politica, fermo restando che bisognerebbe mantenere sempre modi civili, rispettando il diritto dell’altro a dire la sua, senza però annacquare la contrapposizione, vitale per la democrazia, in occasione del Natale un gruppo di deputati e senatori, appartenenti sia alle forze di maggioranza che di opposizione, ha deciso di dar vita a un’iniziativa positiva comune. Perché ci sono valori che devono unire tutti. Si tratta di un pezzo musicale a scopo benefico, cantato e suonato da politici appassionati di musica, inciso nelle ultime settimane e lanciato a ridosso delle feste. Il brano si intitola “Onorevole Natale” e i parlamentari hanno dato anche un nome alla propria “band”, gli SPartiti uniti, proprio per sottolineare il carattere trasversale dell’iniziativa. Ne fanno parte, infatti, Francesco Paolo Sisto di Forza Italia, animatore del progetto, che ha scritto il pezzo e suona anche il piano, Giorgio Mulè (FI) al flauto, Michele Nitti (M5s) per la consulenza artistica, Maurizio Buccarella (Misto) alla chitarra. Le voci sono di Ylenja Lucaselli, Maria Teresa Bellucci e Walter Rizzetto di Fratelli d’Italia, Patty L’Abbate, Elisa Tripodi e Francesca Galizia del Movimento 5 Stelle, Carmelo Miceli del Pd e Mauro D’Attis di FI. Il gruppo sarà rinforzato con la presenza di Massimo Garavaglia della Lega, appassionato di batteria. L’aspetto meritorio di questo simpatico progetto, al di là delle doti musicali e canore degli onorevoli, è che l’intero ricavato del brano, disponibile in rete e su Cd, sarà devoluto alla “Lega del filo d’oro”, l’ente benefico che dal 1964 si occupa di assistenza, riabilitazione e inserimento delle persone sordo-cieche.  «Un’esperienza bellissima, andata oltre ogni migliore aspettativa – ha detto Sisto – abbiamo ribadito che nella vita e nella politica ciò che conta sono le persone, con quello che sono nel profondo del proprio cuore. I politici sono spesso anche fragili e sicuramente nel nome di un bel gesto sono pronti a dimenticare le diversità. Questa iniziativa dimostra che una buona politica è anche una politica buona». “Onorevole Natale” è solo il primo brano degli SPartiti Uniti, che hanno intenzione di replicare, sempre nel segno della solidarietà.