Costituire una rete di collaborazione tra amministrazione comunale e organizzazioni sindacali al fine di promuovere iniziative e progetti a favore delle pari opportunità di genere, per dire basta alle discriminazioni. Questo il principio cardine su cui si basa il protocollo d’intesa siglato dal Comune di Catania e dal coordinamento donne di Ugl, Cgil, Cisl e Uil. In particolare, le parti firmatarie si impegnano a dare il via ad una campagna di sensibilizzazione sui temi della parità di genere, con l’istituzione in via sperimentale dei centri di ascolto e la costituzione di un tavolo con parti datoriali per  migliorare le condizioni di lavoro delle donne.  Tra le iniziative più importanti  ci sono anche l’istituzione di un piano di formazione permanente che argini i fenomeni discriminatori e l’attivazione di percorsi per favorire la conciliazioni dei tempi di vita con quelli di lavoro. Il protocollo prevede, inoltre, di sviluppare accordi territoriali e di confronto con le confederazioni datoriali del territorio, i Centri per l’Impiego, i Consultori, le ASP e il Privato Sociale e gli Enti pubblici del territorio, gli istituti scolastici e il mondo della scuola in genere.
“Si tratta – ha spiegato alla MetaSociale il segretario dell’Ugl Catania, Carmelo Mazzeo – di un protocollo molto importante dato che, nonostante le tante battaglie portate avanti, la vera parità di genere sembra ancora lontana. La firma di questa intesa speriamo possa rappresentare l’inizio di un percorso virtuoso per combattere le tante discriminazioni che purtroppo nel 2016 continuano ancora ad esistere, soprattutto nel mondo del lavoro. Le organizzazioni sindacali e il Comune di Catania si sono impegnate in quella che sarà una vera e propria campagna di sensibilizzazione che avrà lo scopo di promuovere iniziative concrete a sostegno e tutela del lavoro femminile e della parità di genere”.

Leggi il testo integrale del Protocollo d’intesa siglato dal Comune di Catania e dal coordinamento donne di Ugl, Cgil, Cisl e Uil.