Servizio civile: scadenze prorogate


Più tempo per presentare la domanda per accedere al servizio civile universale. Il dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale ha infatti deciso di posticipare al 17 ottobre il termine ultimo per partecipare alla selezione di uno degli oltre 39mila posti disponibili in Italia e all’estero. Qualche giorno in più, quindi, per riflettere e per dotarsi dello Spid, l’identificativo digitale della persona. Fra le occasioni che si segnalano ai giovani fra i 18 e 28 anni di età, “Differenze da valorizzare” (cinquanta posti disponibili in diverse città italiane) e “Juntos en Argentina” (quattro posti in Argentina).


Servizio civile, si parte


Come anticipato la scorsa settimana, sono finalmente usciti i bandi del servizio civile universale. Diciamo finalmente perché il servizio civile universale rappresenta una importante occasione per i giovani fra i 18 e i 28 anni per entrare nel mondo del volontariato e del lavoro dalla porta principale. In passato, i ragazzi potevano fare una prima esperienza extrascolastica, magari anche in un posto lontano dalla loro residenza, con la leva obbligatoria o, in alternativa, con l’obiezione di coscienza, acquisendo quindi una consapevolezza di ciò che era il mondo dei grandi. Oggi questa esperienza è riservata ad un numero più ridotto di ragazzi e di ragazze, i quali, però, hanno un vantaggio rispetto ai quaranta-cinquantenni di oggi (le ultime generazioni ad aver svolto il servizio militare): possono scegliersi l’ambito che preferiscono fra oltre 4mila progetti in Italia o all’estero, pure extra Unione europea. L’elenco completo è disponibile sul sito del servizio civile universale con tutte le informazioni relative alla scadenza per la presentazione della domanda (le 14 del 10 ottobre) e le modalità per la presentazione stessa (online attraverso l’accesso con il cosiddetto Spid con livello di sicurezza 2).


I bandi del Servizio civile


Conto alla rovescia per i bandi – la pubblicazione è attesa per i primi giorni di settembre – del Servizio civile universale, una interessante opportunità per i giovani, fra i 18 e i 28 anni, per conoscere il mondo della solidarietà attiva e del lavoro. Quattro i canali aperti, il primo dei quali prevede la ricerca di 20.103 operatori da distribuire su 1.429 progetti da realizzarsi in Italia. 605, invece, gli operatori destinati a coprire altrettanti posti in 92 progetti esteri. Altri 165 progetti, presentati nell’ambito delle misure aggiuntive, prevedono un periodo di permanenza all’estero fino a tre mesi per 2.188 operatori. Infine, sono 2.040, per un totale di 16.285 volontari, i progetti che vedono coinvolte le regioni e le province autonome negli ambiti territoriali di competenze. In attesa dei bandi – che saranno pubblicati sul sito www.serviziocivile.gov.it – è necessario che la persona interessata si doti del cosiddetto Spid con un livello di sicurezza 2, vale a dire il codice identificativo digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione. Questo perché la domanda potrà essere presentata esclusivamente in forma telematica.