Istat: l’economia non osservata vale 211 miliardi di euro


È la somma dell’economia sommersa e di quella illegale

In Italia l’economia non osservata che comprende il sommerso e l’economia illegale, vale 118 miliardi di euro con un incidenza sul PIL dell’11,9%. Una cifra enorme, che risulta però in calo rispetto all’anno prima quando si attestava a 213,9 miliardi di euro (-1,3%) ed era pari al 13% del PIL. La diminuzione, spiega l’Istat, è legata al calo che ha interessato il valore aggiunto sommerso da sotto-dichiarazione (-2,9 miliardi di euro rispetto al 2017) e da utilizzo di input di lavoro irregolare (-1,7 miliardi) mentre risultano in crescita le altre componenti residuali (+1,4 miliardi). L’economia illegale, spiega ancora l’Istituto nell’analisi, ha segnato un aumento contenuto in valore assoluto, con un’incidenza che è rimasta ferma all’1,1%.