Nelle costruzioni +1,4% a febbraio

A febbraio, secondo le ultime rilevazioni dell’Istat, la produzione nelle costruzioni è aumentata dell’1,4% rispetto al mese precedente e del 2,4% rispetto allo stesso mese di un anno fa. Nella media del trimestre dicembre 2020 – febbraio 2021 la produzione nelle costruzioni è invece aumentata dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. A livello congiunturale quello rilevato dall’Istat è stato il secondo aumento consecutivo, mentre a livello tendenziale il risultato di febbraio rappresenta un’inversione di tendenza dopo due mesi di flessioni.

Costruzioni, Istat: nel terzo trimestre del 2020 +32,8% per le abitazioni

Nel terzo trimestre del 2020 il settore delle costruzioni ha registrato buoni risultati sia per il comparto residenziale che per quello non residenziale, compensando i calo registrati ne corso del secondo trimestre. In particolare, segnala l’Istat, la costruzione di nuove abitazioni è aumentata del 32,8%, diminuendo però del 4% rispetto allo stesso arco di tempo di un anno prima. Anche la superficie dei fabbricati non residenziali è in marcata crescita rispetto al trimestre precedente (+23,3%).

Costruzioni, produzione in recupero a gennaio

Male, però, gli indici trimestrale e annuo

A gennaio la produzione nelle costruzioni ha registrato un forte aumento congiunturale, recuperando quanto perso a dicembre. Secondo le ultime rilevazioni dell’Istat, infatti, l’indicatore è cresciuto del 4,5% rispetto a dicembre, a fronte però di un calo del 7,9% su base annua. Negativo anche l’andamento degli ultimi tre mesi (novembre 2020 – gennaio 2021) rispetto al periodo precedente, con l’indice sceso del 2,8%.

Costruzioni, nel 2020 il peggior calo dal 2013

L’Istat: «Anno fortemente segnato dagli effetti dell’emergenza»

Nel corso del 2020 la produzione nelle costruzioni ha registrato la peggior flessione dal 2013, subendo pesantemente gli effetti dell’emergenza sanitaria e della crisi economica che si è innescata. Complessivamente nell’arco dei dodici mesi, spiega l’Istat nell’ultima analisi, la produzione è infatti scesa dell’8,2% e per trovare un calo maggiore bisogna appunto tornare al 2013, quando la produzione diminuì del 10,2%. Nel solo mese di dicembre, si osserva ancora nelle tabelle dell’Istituto nazionale di statistica, l’indice ha registrato un calo del 4,6% su novembre, mentre nella media del quarto trimestre la flessione è stata del 3,4% rispetto ai tre mesi precedenti. Il confronto tendenziale mostra invece un aumento dell’1,8% per l’indice grezzo e un -1,5% per l’indice corretto per effetti di calendario.

Costruzioni, attesa forte crescita degli investimenti tra il 2021-2023

All’aumento contribuiranno gli incentivi fiscali e il Next Generation UE

Gli incentivi fiscali e le risorse previste dal Next Generation EU potranno garantire dei benefici al settore delle costruzioni. Uno studio, realizzato da Prometeia e Area Studi Legacoop nell’ambito del progetto MonitorFase3 che analizza l’evoluzione dell’economia e dei mercati in conseguenza dell’emergenza sanitaria, ha provato a quantificarne l’impatto. Secondo il rapporto, nel triennio 2021-2023, grazie agli incentivi fiscali e ai fondi del Recovery Fund, gli investimenti in costruzioni potrebbero crescere mediamente del 7% nel settore privato e del 10% nel settore pubblico.