Scuola, le regole del concorso

Supplenti, fino a cento punti fra risposte esatte e anni di servizio precario

La scuola continua ad essere uno degli argomenti di dibattito sugli organi di informazione e, soprattutto, nelle famiglie. Così, mentre, oltre otto milioni di studenti sono in attesa di capire cosa succederà a settembre, se avranno gli stessi compagni e la stessa classe, o se, piuttosto, dovranno trasferirsi in altri spazi, migliaia di docenti precari stanno studiando, in vista del concorso straordinario e, ancora di più, nel tentativo di passare il concorso ordinario, passaggi necessari anche per superare il grave limite rappresentato dall’eccessivo affollamento delle aule. Rispetto al concorso straordinario, è stata definita la procedura d’esame con cinque domande aperte, con voto massimo quantificato in 15 punti per quesito, più una sesta (inglese) da cinque punti: 80 punti in tutto quindi, ai quali se ne aggiungono altri, uno per ogni anno di servizio passato, fino ad un massimo di venti anni. In totale, quindi, sono cento punti a disposizione.

Inail, parte formazione Pmi

Entra nel vivo la campagna nazionale di rafforzamento dell’attività formativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro nelle micro, piccole e medie imprese, finanziata dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali con risorse pari a quasi 15 milioni di euro. A beneficiarne saranno circa 30mila soggetti tra operai, impiegati, addetti dell’agricoltura, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza a livello aziendale (rls) o territoriale (rlst), dirigenti e datori di lavoro, con una prevalenza delle pmi dell’edilizia e della metallurgia, tra i settori più a rischio per numero e gravità degli infortuni, seguite da quelle dell’editoria e dei trasporti. I progetti, già ammessi al finanziamento riguardano, in particolare, la formazione finalizzata all’adozione di modelli di organizzazione e di gestione della sicurezza orientati al cambiamento della cultura aziendale, le iniziative per l’adozione di comportamenti sicuri e la valutazione dei rischi, con particolare attenzione allo stress lavoro-correlato, alle lavoratrici in stato di gravidanza e alle differenze di genere.

Campania, in 300mila al concorso

Oltre 300mila candidati per poco più di 2mila posti di lavoro a tempo indeterminato presso la Regione. Sono questi i numeri del concorsone che partirà domani in Campania. Otto i padiglioni della Mostra d’Oltremare destinati alla valutazione delle conoscenze e delle competenze di uomini e donne provenienti da ogni parte d’Italia e non soltanto dalle province campane, a conferma del forte richiamo che continua ad avere il posto fisso presso una amministrazione pubblica. Intanto, sempre in Campania continua a trascinarsi la querelle fra governo regionale e nazionale sul ruolo dei navigator, la figura tecnica di supporto al reddito di cittadinanza. Se nel resto d’Italia oggi è stato il primo giorno di lavoro effettivo per i navigator, in Campania è tutto fermo a causa della mancata sottoscrizione dell’intesa fra Regione ed Anpal, una situazione paradossale che si riflette negativamente su tutto il sistema e sui 471 esperti che attendono di essere assunti per svolgere il loro lavoro.

Agosto, tempo di concorsi

Per contrastare le frodi alimentari e a tutela della qualità dei nostri prodotti, il ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo ha indetto un concorso (scadenza 29 agosto) per 35 posti di funzionario agrario. Il Politecnico di Milano ha invece avviato la procedura per l’assunzione, tramite concorso, per due professori di seconda fascia (processi industriali e chimici) e sette posti da ricercatore a tempo determinato. Anche questi nove bandi scadono il 29 agosto.

Sicurezza, vincono le buone pratiche

La sicurezza passa da una profonda rivoluzione culturale. In questo senso, si segnala una iniziativa molto interessante adottata dall’Inail. L’Istituto ha appena lanciato la prima edizione di un concorso nazionale volto alla creazione di un archivio delle buone pratiche per la salute e la sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili. L’invio telematico del materiale da parte delle imprese del settore o da parte dei coordinatori per la sicurezza è possibile fino al 22 novembre prossimo. Le migliori esperienze saranno presentate in una giornata dedicata al tema.

Concorso per il reclutamento di 3700 allievi carabinieri

CONCORSO – COMANDO GENERALE DELL’ARMA DEI CARABINIERI

Scadenza 21 aprile 2019: Concorso per il reclutamento di 3700 allievi carabinieri in ferma quadriennale

Domanda di partecipazione da presentare esclusivamente on-line, con la procedura disponibile nell’area concorsi del sito www.carabinieri.it, entro il termine perentorio di 30 giorni da quello successivo alla pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale. Per presentare la domanda è necessario, munirsi per tempo di una fototessera in formato digitale da caricare durante la procedura, più uno dei seguenti strumenti di identificazione: credenziali SPID con livello di sicurezza  2 che consentono l’accesso ai servizi on-line della pubblica amministrazione attraverso l’utilizzo di nome utente, password e la generazione di un codice temporaneo (one time password).Altre info su GU n.23 del 22-03-2019