Appalti, deroghe allo studio

L’allentamento del Codice non incide sulla sicurezza, ma su aspetti formali

Da più parti si torna ad ipotizzare la possibilità di un momentaneo allentamento del codice degli appalti per favorire la ripresa dei cantieri. Un argomento rilanciato, in ambito sindacale, dal segretario generale dell’Ugl, Paolo Capone, nella convinzione che un allentamento sotto il profilo formale non incida assolutamente sulla questione sostanziale della garanzia della sicurezza dei cantieri, mentre soprattutto la Uil appare molto rigida sul no. Sul fronte politico, dopo le dichiarazioni del presidente della autorità garante per la concorrenza e il mercato, il magistrato Roberto Rustichelli, l’idea di intervenire sul codice degli appalti sta prendendo corpo. Del resto, in un momento di gravissima crisi occupazionale, proprio il settore dell’edilizia sta registrando una impennata di assunzioni, trainate, almeno per il momento, dalle ristrutturazioni nel settore privato, ma che potrebbero estendersi presto anche ai lavori pubblici.