Cnh Industrial: Fca convince poco


Il piano di Cnh Industrial continua a non piacere ai sindacati di categoria e non convince neanche il ministero dello sviluppo economico, dove si è tenuto un tavolo di confronto. È soprattutto l’ipotesi di chiudere lo stabilimento di Pregnana Milanese a non incontrare i favori dei lavoratori, come pure l’ipotesi di trasformazione di San Mauro Torinese, che messe insieme potrebbe portare a 370 esuberi, anche se va avanti la discussione con Fim, Uilm, Ugl Metalmeccanici, Fismic e Associazione quadri.


Il piano Cnh Industrial non piace


È forte la preoccupazione delle sigle di categoria di Cisl, Uil, Ugl più Fismic e Associazioni quadri dopo l’incontro di Torino con i vertice di Fca, durante il quale la multinazionale ha annunciato quelle che sono le proprie intenzioni su Cnh Industrial. Un piano industriale che l’azienda presenta come opportunità di crescita, ma, purtroppo, fa ricadere su una parte del personale un processo di riorganizzazione al termine del quale potrebbero essere circa 330 i lavoratori in esubero. In sintesi, il piano prevede la chiusura dello stabilimento di Pregnana Milanese e la riconversione del sito di San Mauro Torinese, destinato a diventare lo snodo logistico principale di Cnh Industrial, azienda leader nella produzione di macchine agricole. Davanti alle prospettive del piano, i sindacati hanno immediatamente chiesto il coinvolgimento delle istituzioni e del ministero dello sviluppo economico, per valutare tutte le alternative alla chiusura del sito lombardo.