“Soft skills” è il termine con cui si definiscono le competenze che vanno oltre quelle tradizionali come titoli di studio, abilitazioni, patenti. Si tratta di capacità creative, organizzative, relazionali, operative, che, seppur attualmente non inquadrabili in standard classici, fanno la differenza e dovrebbero essere spendibili nel mondo del lavoro. Spesso chi si occupa di volontariato e di sindacato ha queste competenze, che andrebbero riconosciute al momento della ricerca di un’occupazione. Di questo si occupa il progetto europeo “Socratest” di cui per l’Italia fa parte l’Ug

Per maggiori informazioni www.socratest.eu