Diritto e Lavoro
0

Poste Italiane riparte dalla valorizzazione del personale

Consolidamento di 3.500 posizioni lavorative e l’ottimizzazione degli uffici postali, conservazione di tutti i presidi territoriali. Attenzione particolare sarà riposta verso la trasformazione dei part time e il superamento del precariato. Previsto un intervento da parte dell’Anpal, per la parte relativa alle politiche attive del lavoro.

Dalla Cgil alla Ugl, è grande la soddisfazione delle sigle di categoria per l’accordo quadro appena sottoscritto in Poste italiane, con il quale ci sarà il consolidamento di 3.500 posizioni lavorative e l’ottimizzazione degli uffici postali, mantenendo tutti i presidi territoriali. Attenzione particolare sarà riposta verso la trasformazione dei part time e il superamento del precariato. Previsto un intervento da parte dell’Anpal, per la parte relativa alle politiche attive del lavoro.

  • googleplus
  • linkedin

Ufficiostampa